Vincent Van Gogh (1853 - 1890)
Breve storia dell'arte figurativa
L'arte figurativa nasce in un´┐Żepoca molto remota, con le prime immagini di animali graffite e dipinte sulle volte delle grotte naturali. Con esse l´┐Żuomo primitivo comunicava, in modo immediato ed essenziale, le proprie necessit´┐Ż materiali e spirituali in una serie di figurazioni intensamente espressive ed emotivamente coinvolgenti.
Questa ricerca, di sintesi, che faccia appello ai bisogni spirituali pi´┐Ż elementari e, conseguentemente pi´┐Ż universali dell´┐Żuomo, diviene consapevole con l´┐Żavvento della storia.

Nelle loro molteplici espressioni formali, le grandiose effigi Sumeriche, Assiro-Babilonesi, Egizie, Fenicie e Cretesi ci trasmettono, tramite lo spirito della civilt´┐Ż a cui esse partecipano, un messaggio pi´┐Ż profondo che ricollega il presente a passato e lo proietta nel futuro.

La scultura Greca con la sua ricerca nell´┐Żassoluto nella perfezione delle proporzioni e le colossali statue ed architetture Romane, non si discostano dalle stilizzatissime icone Bizantine nel tentativo di trasmettere ai posteri la nostra capacit´┐Ż di percepire e fruire dell´┐Żeredit´┐Ż spirituale che esse ci tramandano.
La ricerca dell´┐Żunit´┐Ż nella pluralit´┐Ż unisce spiritualmente Giotto a Michelangelo e Leonardo da Vinci, come pure ai grandi pittori e scultori Barocchi.

Sebbene usino tecniche diverse, adeguate al momento in cui vivono, questi grandi artisti ci suggeriscono una chiave di lettura che non si sofferma su ci´┐Ż che l´┐Żepisodio racconta, bens´┐Ż su ci´┐Ż che esso evoca e suscita nel fruitore: emozioni legate alla sua esperienza di vita, che si allargano in esperienze universali, e che rispondono a profonde esigenze interiori.

L´┐Żopera figurativa del ´┐Ż900, nella scomposizione e ricomposizione apparentemente arbitraria di immagini, nell´┐Żannullamento completo della figura in un´┐Żastrazione di luci e colori, nelle molteplici manifestazioni a volte di difficile interpretazione, pu´┐Ż apparire inusuale ad una lettura superficiale. Essa non deve essere analizzata rapportandola a ci´┐Ż che essa rappresenta, poich´┐Ż la sua natura simbolica esula da qualsiasi precisa definizione.

Essa deve essere fruita e goduta in modo istintivo, lasciando che le emozioni e sensazioni che essa sprigiona si impossessino di noi e ci conducano ad una lettura intuitiva del messaggio.
(Clara Guarany)
Contattaci | Aggiungi ai Preferiti | Pittori come Home page | La chat | Segnala il sito